Piano per la DDI

Il presente Piano è redatto in conformità alle Linee guida sulla Didattica digitale integrata, emanate con Decreto Ministeriale 7 agosto 2020 n. 89. Il Piano è allegato al PTOF e pubblicato sul sito internet dell'Istituto

INDICE

  • La Didattica Digitale Integrata                                                                                                                        
  • Analisi del fabbisogno
  • Obiettivi                                                                                                                                                        
  • Strumenti                                                                                                                                                      
  • Metodologia attività didattica                                                                                                                         
  • Regolamento                                                                                                                                                 
  • Gestione della privacy                                                                                                                                    
  • Rapporti scuola-famiglia                                                                                                                                
  • Sicurezza                                                                                                                                                      
  • Formazione docenti

 

La Didattica Digitale Integrata  

Il Piano Scolastico per la Didattica Digitale Integrata sarà allegato e integrato al PTOF e individuerà i criteri e le modalità per progettare l’attività didattica in DDI.

La modalità di didattica digitale integrata (DDI) è complementare alle altre didattiche ed integra la tradizionale esperienza di scuola in presenza, rappresentando lo “spostamento” in modalità virtuale dell’ambiente di apprendimento. È una metodologia innovativa di insegnamento-apprendimento rivolta a tutti gli studenti e prevede un equilibrato bilanciamento tra attività sincrone e asincrone. Il Piano tiene conto del contesto e assicura la sostenibilità delle attività proposte e un generale livello di inclusività; esso ha validità permanente.

Analisi del fabbisogno

Avviare una rilevazione del fabbisogno di strumentazione tecnologica e di connettività, in base alle     mutate condizioni derivanti dell’ingresso di nuovi alunni nelle classi prime.

l'Istituto nei limiti delle sue disponibilità provvede ad effettuare una rilevazione del fabbisogno di dispositivi elettronici da parte delle famiglie, al fine di consegnare la propria dotazione informatica ai richiedenti, compatibilmente con le risorse disponibili. I criteri per l'individuazione delle famiglie destinatarie dei dispositivi sono stabiliti dal Consiglio di Istituto, che garantisce la priorità alle famiglie meno abbienti.

Obiettivi                                                                                                                                                        

L'obiettivo principale da perseguire è il successo formativo degli studenti. La definizione di una cornice pedagogica e di metodologie condivise da parte di tutti i docenti garantisce l'omogeneità dell'offerta formativa dell'Istituzione scolastica.

I Dipartimenti disciplinari definiscono i contenuti essenziali delle discipline, i nodi interdisciplinari, gli apporti dei contesti non formali e informali all’apprendimento, al fine di porre gli alunni, pur a distanza, al centro del processo di insegnamento-apprendimento per sviluppare quanto più possibile autonomia e responsabilità.

Particolare attenzione sarà data agli alunni più fragili affinchè possano fruire della proposta didattica dal proprio domicilio.

Particolare attenzione va dedicata agli alunni in possesso di diagnosi rilasciata ai sensi della Legge 170/2010, a quelli non certificati ma riconosciuti con BES dal Consiglio di Classe e agli studenti con cittadinanza non italiana neo arrivati in Italia. Il riferimento sarà sempre il PDP.

Particolare attenzione anche per gli alunni con disabilità, dove il riferimento sarà sempre il PEI.

Strumenti                                                                                                                                            

La scuola garantisce unitarietà all'azione didattica rispetto all'utilizzo di piattaforme, spazi di archiviazione e registri elettronici. Il personale docente assicura le prestazioni didattiche nelle modalità a distanza, utilizzando strumenti informatici o tecnologici a disposizione.

La scuola promuove l’utilizzo della metodologia BYOD (Bring Your Own Device), ove possibile, integrando i dispositivi di proprietà delle famiglie con quelli acquistati dalla scuola tramite fondi statali, FESR e bandi PNSD.

Piattaforme educative

La scuola utilizza G-Suite per le attività di DDI. La suite si compone di diversi applicativi, tra cui Google Classroom, e risponde ai necessari requisiti di sicurezza dei dati a garanzia della privacy. All'interno di tale piattaforma gli studenti hanno modo di partecipare alle lezioni anche in modalità videoconferenza, creare e condividere contenuti educativi, eseguire verifiche e svolgere compiti e lavori di gruppo. La piattaforma garantisce l'accessibilità da diversi dispositivi, quali pc, notebook, tablet e smartphone e sono disponibili specifiche app gratuitamente scaricabili da Google Play. La scuola provvede all'attivazione degli account degli studenti, riconoscibili dal dominio @iisrondani.edu.it. 

L'utilizzo della piattaforma è integrato dai software educativi scelti dai singoli docenti nel rispetto della libertà di insegnamento, garantita dall'articolo 33 della Costituzione e normata dall'art. 1 del D. Lgs. 297/1994 e dall'art. 1 comma 2 del D.P.R. 275/1999 (Regolamento dell’autonomia scolastica).

Nell’eventualità di una diffusione di un nuovo ambiente di apprendimento virtuale ministeriale, l’Istituto seguirà le indicazioni fornite dal Ministero proponente.

Spazio di archiviazione

I materiali prodotti sono archiviati dai docenti in cloud tramite Google Drive, pacchetto facente parte di G-Suite. 

Registro elettronico

La scuola utilizza il software Argo per la gestione dei registri. I docenti provvedono anche tramite tali registri alla gestione delle lezioni, comprese l'annotazione di presenze, assenze e l'assegnazione dei compiti e dei voti.  

Metodologia attività didattica

La didattica digitale integrata privilegia la lezione in videoconferenza quale strumento portante dell'azione didattica, poiché essa agevola il ricorso a metodologie didattiche più centrate sul protagonismo degli alunni, intraprendendo azioni legati ad esercitazioni  o dibattiti su lezioni svolte in classe.

Consente inoltre la costruzione di percorsi interdisciplinari nonché di capovolgere la struttura della lezione, da momento di semplice trasmissione dei contenuti a luogo aperto di confronto, di rielaborazione condivisa e di costruzione collettiva della conoscenza.

I docenti durante le attività di DDI privilegiano le metodologie didattiche attive, in primo luogo la flipped classroom e il cooperative learning.

Potranno anche essere svolte attività in modalità asincrona, senza l’interazione in tempo reale tra gli insegnanti e il gruppo di studenti. Sono da considerarsi attività asincrone le attività strutturate e documentabili, svolte con l’ausilio di strumenti digitali, quali:

  • attività di approfondimento individuale o di gruppo con l’ausilio di materiale didattico digitale fornito o indicato dall’insegnante;
  • visione di videolezioni, documentari o altro materiale video predisposto o indicato dall’insegnante;
  • esercitazioni, risoluzione di problemi, produzione di relazioni e rielaborazioni in forma scritta/multimediale o realizzazione di artefatti digitali o artistici nell’ambito di un project work.

Le attività digitali asincrone vanno quindi intese come attività di insegnamento-apprendimento strutturate e documentabili che prevedono lo svolgimento autonomo da parte delle studentesse e degli studenti di compiti precisi, assegnati di volta in volta.

L'alternarsi di attività sincrone e asincrone ha l'obiettivo di ottimizzare l’offerta didattica e adattarla ai diversi ritmi di apprendimento, avendo cura di prevedere sufficienti momenti di pausa.

Nel caso di sospensione delle attività didattiche in presenza, la DDI potrà anche essere erogata come strumento unico del servizio scolastico; in questo caso sono previste  minimo 20 ore settimanali di attività in modalità sincrona per ogni classe.

Verifica degli apprendimenti

I Consigli di Classe e i singoli docenti individuano gli strumenti da utilizzare per la verifica degli apprendimenti e informano le famiglie circa le scelte effettuate. Gli strumenti individuati possono prevedere la produzione di elaborati digitali. I docenti provvedono all'archiviazione dei documenti relativi alle verifiche in appositi repository messi a disposizione dalla scuola.

Valutazione

La valutazione delle attività svolte in modalità di didattica digitale integrata tiene conto dei criteri individuati nel Piano Triennale dell'Offerta Formativa. La valutazione è costante ed è tempestivamente riportata sul registro elettronico al fine di garantire trasparenza e tempestività dell'informazione alle famiglie circa l'andamento didattico-disciplinare degli studenti e di fornire un feedback utile a regolare il processo di insegnamento/apprendimento.

La valutazione tiene conto della qualità dei processi attivati, della disponibilità ad apprendere, a lavorare in gruppo, dell’autonomia, della responsabilità personale e sociale e del processo di autovalutazione. I docenti hanno facoltà di annotare le evidenze empiriche osservabili e tutti gli elementi utili alla valutazione tramite opportune rubriche e diari di bordo.

La valutazione, pur se condotta a distanza, continua ad avere un carattere formativo per l’alunno, in un’ottica di accrescimento consapevole delle conoscenze e delle competenze. Pertanto, è compito dell’alunno ed è anche responsabilità della famiglia garantire che le verifiche vengano svolte nella massima trasparenza.

Regolamento                                                                                                                          

L'uso delle tecnologie e della rete comporta nuove responsabilità e la conseguente adozione di specifiche norme di comportamento da parte dell'intera comunità scolastica. A tal fine il Regolamento d'Istituto sarà aggiornato con apposite disposizioni che regolano lo svolgimento della DDI.

Il regolamento di disciplina degli studenti e delle studentesse sarà integrato con la previsione di infrazioni disciplinari legate a comportamenti scorretti assunti durante la DDI  e con relative sanzioni.

I docenti referenti per l'inclusione realizzeranno specifiche azioni di informazione destinate agli         studenti circa i rischi derivanti dall'utilizzo della rete e in particolare sul reato di cyberbullismo.

La gestione della privacy                                                                                                                                

L'Istituto organizza le attività di DDI raccogliendo solo dati personali strettamente pertinenti e collegati alla finalità che intenderà perseguire, assicurando la piena trasparenza dei criteri individuati. Nella condivisione di documenti i docenti assicurano la tutela dei dati personali: a tal fine la condivisione è minimizzata e limitata ai dati essenziali e pertinenti. L'Animatore digitale provvede alla creazione di repository per l'archiviazione dei documenti e dei dati digitali raccolti nel corso dell'anno scolastico. Specifiche disposizioni in merito alla gestione della privacy sono riportate nel Regolamento di Istituto.

Rapportiscuola-famiglia                                                                                                                                 

La scuola informa le famiglie circa modalità e tempistica per la realizzazione della didattica digitale integrata. Le comunicazioni sono garantite attraverso il sito web istituzionale e tramite le comunicazioni inviate agli indirizzi email dedicati degli alunni..

Nel rispetto di quanto stabilito dall'art. 29 del CCNL 2006-2009, come richiamato dall'articolo 28 comma 3 del CCNL 2016-2018, i docenti assicurano i rapporti individuali con le famiglie; a tale fine i ricevimenti settimanali si svolgono in streaming.

Il docente non è comunque tenuto a comunicare il proprio numero di telefono personale alle famiglie, né a tenere gruppi di conversazione su chat.

Sicurezza

Il Dirigente trasmetterà una nota redatta in collaborazione con l’RSPP, inerente i comportamenti di prevenzione da adottare per ridurre i rischi derivanti dall’esecuzione della prestazione lavorativa al di fuori dell’ambiente scolastico.

Formazione dei docenti

I docenti frequenteranno corsi di formazione riguardanti l’uso delle nuove tecnologie per migliorare e istituzionalizzare le competenze acquisite nel corso del periodo di didattica a distanza che ha caratterizzato la maggior parte del secondo quadrimestre dell’anno scolastico 2019/2020. 

La formazione riguarderà:

  • Utilizzo della GSuite
  • Metodologie innovative di insegnamento e di apprendimento
  • Metodologie innovative per l’inclusione scolastica Modelli di didattica interdisciplinare Modalità e strumenti per la valutazione.

 

Parma, 05 Ottobre 2020