Attività e Progetti

IIS Rondani - Open Day 2022/23

 

Mercoledì 19 ottobre. Tutte le classi terze in “uscita”, alla fine del biennio le classi si smontano e si rimontano sulla base dei personali orientamenti e talenti.

Tra loro si conoscono a piccolo gruppi. Come in tante scuole viene loro proposta un’avventura. Tutti insieme sui sentieri degli antichi pellegrini.

Si parte sulla via Francigena, alcuni vanno per pievi, partono dalla bellissima Chiesa di santa Croce, proseguono per Fornovo e concludere a Berceto.

Altri zaino in spalla partono da Castellonchio e a piedi si incamminano per Berceto. Il cielo è di un azzurro intenso, le foglie delle piante coprono tutta la gamma dei colori dal verde, al giallo, l’arancio, il rosso.

Questa estate hanno sistemato il sentiero, è diventato bellissimo.

Dettaglio: scendendo dalla corriera sono stati invitati a lasciare i cellulari in piccole cassette dalle quali li hanno ripresi la sera scendendo dalla corriera.

Ieri sera ho chiesto sulla chat della classe un feedback a caldo ai miei studenti... Soddisfazione alle stelle e brevi riflessioni interessanti

Al TOP: 

  1. Giocare insieme al tiro alla fune
  2. La camminata (giudicata faticosa da alcuni ma bella per tutti)

GIOCARE nei diversi commenti ha significato: - conoscere meglio i compagni e le compagne

- conoscere studenti di altre classi (a 16 anni lo "sguardo" si allarga ...)

Quasi tutti hanno commentato la "non disponibilità" del cellulare ... 

NESSUNO lo ha contestato ma sono rimaste e rimasti stupiti di come siano state/i capaci di trascorrere una giornata senza sentirne il bisogno.

In piazza quando siamo arrivati si è verificata una scena buffa: 

siamo arrivati in anticipo, abbiamo dato appuntamento alle 12.45 davanti al Duomo ... 

E un ragazzo: "Prof. non abbiamo il cellulare come facciamo a sapere l'ora".

Vicino a noi tre anziani seduti ad un tavolino ad osservare la scena:

Io: "Ragazzi, forza, come potete fare?" ... SILENZIO ... 

Un anziano: "Ragazzi guardate in alto, sul campanile c'è un grande orologio". 

Ragazzi senza parole, che un campanile abbia un orologio è "qualcosa" che non appartiene alla loro esperienza.

E poi un ragazzo, guardando i tre anziani, quasi stupito: "Prof possiamo chiedere!"  Mi pare una scoperta che da sola giustifica la giornata.

Mi permetto di condividere una breve riflessione.

Mentre osservavo ...

... 100 ragazzi e ragazze 

... in un Parco fantastico

... con a disposizione "solo" 20 metri di corda e qualche mazzo di carte

... alcuni a giocare con un entusiasmo alle stelle

... altri attorno a fare il tifo per i compagni

... tanti a piccoli gruppi a chiacchierare, ridere, giocare a carte ... evidenti corteggiamenti 

Tra me e me pensavo che quel filmato poteva provenire da una gita di 10, 20 anni fa, da un campo scout degli ultimi 100 anni, 

da uno degli innumerevoli GrEst estivi o campi da molti di noi 60enni vissuti 50 anni fa

Conclusione:

NON è vero che i ragazzi e le ragazze di oggi sono

DIVERSI

DISINTERESSATI ANNOIATI

e proseguite con l'elenco con cui NOI ADULTI li descriviamo nei nostri consigli di classe, i giornalisti li raccontano, ...

Hanno semplicemente bisogno che gli si offrano condizioni in cui  ESSERE ciò che nel loro CUORE desiderano ovvero essere FELICI 

e a 14-16-18 anni la felicità passa attraverso poche cose l'AMICIZIA, lo STARE INSIEME, il GIOCARE, RIDERE e SCHERZARE

IERI, OGGI, DOMANI

Filippo Cattabiani

 

 

Il video della giornata: